RESIDENCE “CAVA LI SANTI” – Nardo’ (LE), loc. “Vacanze Serene”

Recuperare e valorizzare le vecchie cave di tufo dismesse è oggi un tema quanto mai attuale in Puglia.

Le vecchie cave dismesse rappresentano infatti notevoli peculiarità ambientali e paesaggistiche che giacciono però spesso abbandonate, e per le quali è necessario ripensare e reinventare un utilizzo.

E’ indispensabile un approccio progettuale improntato alla massima sostenibilità ambientale, pensando e progettando non più sul territorio, ma col territorio e in armonia e integrazione con esso.

Nel caso specifico, l’idea è quella di un elemento di completamento e caratterizzazione all’interno di un insediamento a vocazione turistica-ricettiva. La cava diventa così un valore aggiunto, un testimone del passato ripensato oggi come marchio distintivo di un complesso edilizio residenziale.

L’intervento edilizio ha previsto la realizzazione di tre corpi di fabbrica ad uso residenziale e dislocati a debita distanza dalla cava esistente, sì da esserne complemento e integrazione e non sovrapposizione o aggiunta.

Maggiori dettagli nella sezione dedicata sul nostro sito web http://www.gaballoengineering.it/arch12

Info sull’attività dello Studio sul nostro sito web http://www.gaballoengineering.it

 

 

 

 

SPIAGGIA LIBERA CON SERVIZI – Nardò (LE), Loc. S. Caterina, “Punta Aspide”: ASSEGNAZIONE

Il Progetto, risultato vincitore del relativo bando di concorso pubblico, è ispirato ed improntato alla massima sostenibilità ambientale e paesaggistica, all’integrazione col contesto, alla mobilità sostenibile.

E’ prevista la realizzazione di una struttura balneare con manufatti a carattere precario, rimovibili, in legno. Funzionalità e design caratterizzano il concept progettuale: in particolare, sul lato fronte mare, per la pedana è previsto un andamento sinuoso e ondulato che riprende il profilo costiero e rimanda, con una forte valenza simbolica, alle “onde” marine.

 

Maggiori dettagli nella sezione dedicata sul nostro sito web http://www.gaballoengineering.it/arch12

Info sull’attività dello Studio sul nostro sito web www.gaballoengineering.it.

 

 

 

 

 

STABILIMENTI BALNEARI: SERVONO PROGETTI DETTAGLIATI E TAVOLI TECNICI DI COORDINAMENTO

Le vicende degli ultimi giorni riguardanti gli stabilimenti balneari (lidi “Punta della Suina”, “Zeus”, Samsara”, etc.) più noti di Gallipoli (LE) evidenziano, ancora una volta, un andamento completamente sbagliato sulla questione, sia nei contenuti (che dovrebbero sempre prevalere) che nella forma.

 

Nei contenuti, in quanto, ad esempio, è ovvio che smantellare e ricostruire annualmente le strutture balneari crea danno e stress sull’ambiente e il paesaggio molto più che mantenerle stabili tutto l’anno: per accertarsi che le strutture siano realmente rimovibili, è molto più semplice e intelligente effettuare opportune verifiche (sulla carta e in cantiere) su progetti esecutivi, tecniche e dettagli costruttivi da parte di tecnici competenti.

Nella forma, in quanto ogni Ente dovrebbe occuparsi solo di ciò che gli compete (gli aspetti concernenti  edilizia e urbanistica spettano agli uffici tecnici comunali e non alle soprintendenze, ad esempio): le inevitabili e tipicamente italiane problematiche interpretative (rinvenienti da un quadro normativo artatamente incerto e ridondante) andrebbero risolte tecnicamente, con appositi tavoli tecnici di coordinamento tra gli Enti preposti, stilando apposite istruzioni operative (linee guida, circolari o altro).

 

Quanto visto finora, invece, continua a incanalarsi nel solco della solita burocrazia ridondante italiana, danneggiando l’economia, il turismo e in ultimo il cittadino. E relegando paradossalmente e assurdamente in secondo piano quelli che invece sono gli aspetti primari e più importanti: la qualità architettonica, la bellezza e l’estetica degli interventi, la funzionalità, l’inserimento e l’integrazione paesaggistica, l’innovazione,  etc. etc., ovvero quello che realmente si compie e si realizza sul territorio, quello che si avrà davanti agli occhi nella realtà.

Occorre cambiare.

 

Info sull’attività dello Studio sul nostro sito web www.gaballoengineering.it

 

 

 

PIANO CASA 2018 E PROTOCOLLO ITACA PUGLIA 2017

 

Di recente la Regione Puglia ha approvato alcuni provvedimenti di Legge che offrono notevoli opportunità nel settore immobiliare.

In particolare, è stato prorogato al 2018 il “Piano Casa” (con L.R. n°51/2017) e sono stati licenziati il “Protocollo Itaca Puglia 2017 – edifici non residenziali” (con Delib. G. Reg. n°1147/2017) e il “Protocollo Itaca Puglia 2017 – edifici residenziali” (con Delib. G. Reg. n°2290/2017).

L’azione combinata di tali provvedimenti consente di ampliare (fino al 20%) o demolire e ricostruire (con aumento del 35%) gli immobili residenziali e non residenziali, adibendoli a residenza (o bed & breakfast, casa vacanza, etc.) o attività produttiva (locali commerciali, ristoranti, uffici, etc.), a condizione che gli interventi siano ottimizzati sotto il profilo dell’efficienza energetica e della sostenibilità ambientale e paesaggistica.

 

Nel dettaglio, l’ampliamento volumetrico del 20% è consentito per immobili residenziali e non residenziali, e la destinazione d’uso finale deve essere residenziale (compresi bed & breakfast, case vacanze, etc.) o strettamente connessa alla residenza (negozi di prima necessità, laboratori artigianali, etc.).

L’intervento di demolizione e ricostruzione con aumento del 35%, invece, è anch’esso consentito per immobili residenziali e non residenziali, ma la destinazione d’uso finale è più ampia, poiché può essere sia residenziale (compresi bed & breakfast, case vacanze, etc.), che strettamente connessa alla residenza (negozi di prima necessità, laboratori artigianali, etc.), che conforme allo stato di fatto preesistente, che conforme a quanto previsto dallo strumento urbanistico generale.

Per l’intervento sull’esistente è possibile usufruire anche dell’ Ecobonus (detrazioni fiscali fino al 75%).

 

Rinnovare, riprogettare, riqualificare, efficientare energeticamente, nonchè ampliare un immobile (adibendolo a residenza o attività produttiva) è ora possibile e conveniente.

Info sull’attività dello Studio sul nostro sito web www.gaballoengineering.it.

UNITÀ RESIDENZIALI – Nardò (LE), via Panoramica (loc. “S. Caterina”)

A breve in Nardò (località “S. Caterina”) vedrà la luce un intervento di nuova realizzazione di unità residenziali.

L’intero progetto è ispirato e caratterizzato da una elevata sostenibilità ambientale e paesaggistica.

Studio della volumetria (degradante dalla collina e per terrazzamenti successivi), scelta dei materiali in facciata (come pietra e legno) e, in generale, tutta l’impostazione progettuale, consentono di integrare al meglio l’edificio nel contesto esistente.

Maggiori dettagli nella sezione dedicata sul nostro sito web http://www.gaballoengineering.it/arch35

 

Info sull’attività dello Studio sul nostro sito web http://www.gaballoengineering.it

 

 

 

 

LOTTIZZAZIONE COMPARTI n°10,11 – Nardò (LE), Via Gallipoli

 

Iniziati i lavori nei 2 comparti. Il Piano di Lottizzazione prevede la realizzazione di un intero quartiere residenziale, contenente edifici condominiali e unità a schiera, oltre ad attrezzature e servizi di quartiere.

Fulcro della progettazione urbanistica, all’insegna della sostenibilità ambientale e paesaggistica, in posizione baricentrica, è un antico trullo in pietra circondato da quattro maestosi alberi di pino, che costituiscono uno dei “luoghi della memoria” più tradizionali e caratteristici del paesaggio locale.

 

Maggiori dettagli nella sezione dedicata sul nostro sito web  www.gaballoengineering.it/urbanistica1

 

Info sull’attività dello Studio sul nostro sito web www.gaballoengineering.it.

 

 

 

 

 

RESIDENZA TURISTICO ALBERGHIERA IN LECCE, Via Piemonte

A breve in Lecce vedrà la luce un intervento di riuso e riqualificazione immobiliare quanto mai attuale.

L’intero progetto è ispirato e caratterizzato da una elevata sostenibilità ambientale.

Scelte e soluzioni progettuali coniugano design ed efficienza energetica, funzionalità degli ambienti e comfort, innovazione e tradizione.

Al termine dei lavori previsti, l’edificio raggiungerà un elevato livello del “Protocollo Itaca Puglia”, ottenendone anche i conseguenti benefici in termini di importanti bonus volumetrici e sgravi fiscali (ai sensi del “Piano Casa” Puglia). Maggiori dettagli nella sezione dedicata sul nostro sito web http://www.gaballoengineering.it/arch31.

 

Info sull’attività dello Studio sul nostro sito http://www.gaballoengineering.it

 

 

 

 

 

RESIDENZE SOSTENIBILI IN SALENTO

Dopo quasi 6 anni di vere e proprie battaglie con la burocrazia, finalmente in Salento vedrà la luce un intervento edilizio particolarmente innovativo sotto il profilo della sostenibilità ambientale e dell’efficienza energetica, della contestualizzazione paesaggistica, dell’integrazione architettonico-impiantistica. Iniziati i lavori in S. Caterina di Nardo’ (LE).

E’ molto dura, ma con enorme tenacia e determinazione anche in Italia c’è speranza per progresso e innovazione, nonostante tutto!

Maggiori dettagli sul nostro sito web http://www.gaballoengineering.it

 

   

  

   

Efficientamento energetico degli edifici: dal 2017 Ecobonus fino al 75%

Con l’approvazione della legge di Bilancio (L. n°232/2016) diventano operativi i nuovi incentivi per gli interventi di riqualificazione ed efficientamento energetico in edilizia.

Le detrazioni fiscali previste (“Ecobonus”) variano dal 65% fino al 75% degli importi delle relative spese per i lavori da effettuare.

Ristrutturazione ed efficientamento energetico significa ripensare, ristrutturare e riqualificare un immobile nell’ottica della sostenibilità e dell’efficienza energetica, in modo da ottenere un edificio più moderno, più economico, più efficiente energeticamente, dall’estetica e design accattivante, dall’elevato comfort interno, nonchè di maggior valore.

Per maggiori informazioni consultare il nostro sito www.gaballoengineering.it

 

foto 1

 

 

Nel dettaglio, la detrazione prevista dalla Legge parte dal 65%  per arrivare anche al 75% (per interventi sui condomini volti al miglioramento della prestazione energetica del fabbricato). I Tetti massimi di detrazione già previsti negli anni precedenti rimangono invariati, ovvero:

–  € 100.000 per riqualificazione energetica globale;

€ 60.000 per interventi sull’involucro edilizio esistente, installazione pannelli solari termodinamici e posa in opera di schermature solari;

€ 30.000 per sostituzione impianti di climatizzazione.

L’ammontare massimo previsto della detrazione per ciascuna unità immobiliare in condominio è di € 40.000 (da moltiplicare per il numero delle unità immobiliari condominiali).

Le spese detraibili dovranno essere effettuate entro il 2017 per le singole unità immobiliari, ed entro il 2021 per i condomini. L’incentivo riguarda tutte le categorie di edifici (residenziali, commerciali, produttivi), a differenza delle detrazioni fiscali per interventi di ristrutturazione (riservata alle sole residenze). La detrazione è ripartita in 10 quote annuali e potrà essere ceduta alle imprese esecutrici gli interventi, fornitori o ad altri soggetti privati (tranne banche ed intermediatori).

 

foto 2

I vantaggi dell’intervento di efficientamento energetico sono enormi, sia in termini economici che di comfort ambientale.

Quanto agli aspetti economici, vanno evidenziati i risparmi in bolletta per le utenze (stimati nel 50-80% a seconda di quanti interventi si mettono in campo), il maggiore valore dell’immobile (stimabile nel 30-60%), i minori costi di manutenzione (stimabili nel 30-60%), i consistenti sgravi fiscali predetti (ecobonus), etc.

Quanto agli aspetti riguardanti il comfort ambientale, vanno evidenziati il di gran lunga miglior grado di benessere termo-igrometrico, luminoso, visivo, una migliore qualità di vita generale all’interno degli ambienti, etc.

Da una attenta e completa analisi costi-benefici si desume, in sintesi, che l’intervento risulta altamente conveniente sotto tutti gli aspetti e che l’ammortamento dell’operazione è stimabile in circa 6-10 anni, dopo i quali si ottengono dei benefici economici netti. L’utilizzo eventuale di strumenti di credito (finanziamenti o altro) rende inoltre possibile l’operazione praticamente a costo zero, poiché la rata di finanziamento è quasi interamente assorbita dai risparmi energetici in bolletta e da quelli sui costi di manutenzione.

foto 3